fotovoltaico, pannelli solari, conto energia TOP100-SOLAR Energyleague.com Photovoltaic, Solar Energy - European Top 100 Solar
Come funziona

Il “Conto Energia” prevede un incentivo economico per la produzione di energia elettrica per conversione fotovoltaica della radiazione solare.

Per poter godere degli incentivi, riconosciuti e garantiti per i 20 anni successivi all’entrata in produzione del sistema fotovoltaico, gli impianti devono:

•  Avere una potenza di picco (Kwp: Chilowatt di picco) non inferiore ad 1 Kwp.

•  Essere collegati alla rete elettrica secondo le vigenti normative di sicurezza.

•  Possedere determinate caratteristiche di durata nel tempo e di efficienza volte a garantirne il corretto funzionamento almeno per i 20 anni previsti dal meccanismo di incentivazione.

•  Non aver usufruito, per la loro realizzazione, di contributi economici in conto capitale o in conto interessi superiori al 20% del costo totale dell’impianto.

La rappresentazione schematica di un impianto fotovoltaico connesso alla rete elettrica è la seguente:

 

Image 

dove   Ep è l'Energia prodotta dall'impianto fotovoltaico

          Eu è l'Energia consumata dall'utenza

          Er è l'Energia assorbita dalla rete elettrica

          Ei  è l'Energia immessa nella rete elettrica 

 

 

Gli incentivi previsti dal “Conto Energia” sono relativi alla quantità di energia prodotta dall’impianto (Ep), opportunamente conteggiata da un apposito contatore posto subito dopo l’Inverter.

Il bilanciamento tra la quantità di energia elettrica immessa in rete (Ei) e prelevata da questa (Er) viene effettuato da un contatore (o due, secondo il tipo di apparecchiatura usata).

Le quantità di energia (Kwh: Chilowattora), conteggiate nei punti dell’impianto sopra indicati, costituiscono la base sulla quale verrà effettuato il calcolo dei pagamenti dovuti per consumo di energia elettrica e quello della quantità di denaro che viene corrisposta al proprietario dell’impianto dal Gestore dei Servizi Elettrici.